“Città a misura di abitanti o del Capitale?” è on line il quaderno del dibattito di Oltre La Crescita

24 Aprile 2019

Città a misura di abitanti o del capitale? è il titolo del quaderno messo a punto in questi mesi come esito del dibattito promosso a Roma nel 2018. Una riflessione sulla città ai tempi della gentrificazione (di questi anni).

Come stanno cambiando le città ai tempi della gentrificazione che caraterizza questi ultimi anni, quali rischi, conseguenze, impatti sulla società, sugli abitanti, sulle diseguaglianze. Come associazione culturale innanzitutto, sentivamo l’esigenza di rimarcare attraverso un dibattito pubblico (e in uno spazio pubblico e restituito alla città] – la relazione profonda tra il modo in cui le città stanno trasformandosi oggi e il modello di sviluppo, economia e società dominante fondato sul mantra della (sola) crescita economica e produttiva.
Un paradigma aggressivo, che genera e accresce diseguaglianze
e che – attraverso la rendita e il profitto come unico obiettivo delle politiche e delle scelte pubbliche – trova oggi più marcatamente che mai nelle città e nel modo e la rapidità in cui stanno trasformandosi nella forma e nella sostanza, la sua espressione più evidente”.

E’ stato un lavoro impegnativo che ha richiesto pazienza, sforzo di tenere assieme argomenti e riflessioni, quelle più forti e sentite emerse dall’analisi, dal confronto e dai contributi. Soprattutto, Oltre La Crescita come associazione culturale, è interessata a sensibilizzare e promuovere temi e questioni importanti e farne occasione di ragionamento, approfondimento, dialogo e dibattito aperto a tutti.

Ed è soprattutto in questa direzione che si muove anche questo lavoro, cui hanno contribuito Giovanni Semi, Paolo Berdini, Marta Bonafoni, Gabriella Guido, insieme a Michele Grimaldi, Walter Tocci, Stefano Portelli, molti dei quali avendo partecipato agli incontri del dibattito. Rendere più chiaro, anche ai non esperti o “addetti ai lavori”, qual è il tema al centro, perché ci interessa come cittadini e abitanti delle città di oggi e di domani. Ma anche a cosa prestare attenzione guardando le città che cambiano pelle intorno a noi, su cosa interrogarci, cosa rischiamo di perdere con il modello di città che sta avanzando (a dispetto delle apparenze e provando a guardare oltre quello che ci pare “bello”). Per guardare con occhi nuovi e consapevoli, se vogliamo città e società più giuste, città bene della collettività e al servizio della collettività. perchè pensiamo che non possiamo lasciare che la gentrificaizone avanzi senza far nulla per contrastare, arginare le sue conseguenze, ripensare e costruire (un’idea di) città diversa da quella che sta alla fine imponendosi ovunque.

Il quaderno è disponibile qui in formato pdf (il formato cartaceo verrà reso disponibile in occasione della sua presentazione).

Cinzia Di Fenza


I commenti sono chiusi